Daily Word Italia

 

 Breaking News

Trasversale e porto di Civitavecchia sempre più complementari aspettando il TAR per il tratto mancante

Trasversale e porto di Civitavecchia sempre più complementari aspettando il TAR per il tratto mancante
Trasversale e porto di Civitavecchia sempre più complementari aspettando il TAR per il tratto mancante
Trasversale e porto di Civitavecchia sempre più complementari aspettando il TAR per il tratto mancante
settembre 24
17:44 2018

Facciamo una premessa. Sono anni che il porto di Civitavecchia aspetta che la Trasversale avanzi verso il mare. Non solo il porto di Civitavecchia, che dovrebbe dare più lavoro visto le tante crociere, ma un intero comprensorio attende questa infrastruttura. Siamo a metà dell’opera con il tratto di autostrada che si ferma a Monte Romano, pronta per fine anno. Ma nel 2018 è necessario completare il tratto mancante quello da Monte Romano fino a Civitavecchia come sottolineato dall’Ance Viterbo di cui alleghiamo il comunicato stampa.

Speriamo che il TAR si esprima sul ricorso presentato dalle associazioni ambientaliste. Opera quella da Monte Romano a Civitavecchia già finanziata!. Non si può ancora nel prossimo anno, 2019, fare la fila in macchina, oppure assistere a sorpassi azzardati lungo la strada a due corsie che porta a Viterbo. Oppure vedere file di grandi TIR che passano sotto l’arco di Monte Romano, pieno di cemento per i “colpi” subiti da questi giganti della strada. Qui di seguito il comunicato stampa dell’ANCE Viterbo:

“La Trasversale che avanza verso il mare e il porto di Civitavecchia che si trasforma in hub: due infrastrutture sempre più complementari tra loro. Fabio Belli, delegato viterbese di Ance (Associazione nazionale costruttori edili) ha effettuato un doppio sopralluogo, uno presso il nuovo terminal croceristico “Amerigo Vespucci” in funzione dalla scorsa estate, l’altro presso il cantiere in via di ultimazione della Trasversale Orte-Civitavecchia nel tratto Cinelli-Monte Romano est.

A Civitavecchia, Belli ha incontrato John Portelli, general manager della Roma Cruiser Terminal, società composta da Costa Crociere Marinvest del gruppo Msc e Royal Caribbean che, con un investimento di circa 20 milioni di euro, ha permesso la realizzazione del terminal “Amerigo Vespucci”, edificio all’avanguardia disposto su due piani per una superficie complessiva di 10mila metri quadrati, inaugurato a maggio 2018, con aree dedicate al controllo bagagli e passeggeri, al check-in, bar, ristorante, uffici e sale d’attesa. “La struttura – commenta Belli – qualifica notevolmente l’accoglienza e con nuovi ed efficienti servizi e sta trasformando il porto in hub croceristico, dando quindi la possibilità di imbarcarsi per l’inizio della crociera ed di effettuare il relativo sbarco alla fine della stessa: questa trasformazione di fatto rende il porto nella seconda “porta del Lazio” dopo l’aeroporto di Fiumicino”.

Al cantiere della trasversale, Belli ha incontrato l’ingegnere Santino Di Cintio, direttore tecnico dell’associazione temporanea di impresa che si è aggiudicata i lavori del nuovo tratto, costituita da Donati Ircop Salc e Dema Costruzioni. Un cantiere ben visibile percorrendo la strada Aurelia bis da Vetralla a Monte Romano, lungo la quale si possono distinguere le tre gallerie, i tre viadotti e le bretelle di collegamento alla rete stradale locale, già ultimati. Nonostante alcune problematiche causate alle dalle piogge, che hanno necessitato di una serie di consolidamenti che di fatto hanno fatto slittare la consegna dei lavori, ad oggi le lavorazioni principali per il completamento dell’opera sono l’asfaltatura e il montaggio del guardrail salva-motociclista e della relativa segnaletica stradale.

Al termine dei sopralluoghi il delegato Ance Viterbo ha espresso la sua soddisfazione sia per il funzionante terminal “Amerigo Vespucci” realizzato in solo 18 mesi, sia per lo stato di avanzamento del cantiere della Trasversale, che dopo una serie di collaudi e verbali da parte dell’ente appaltante, fa presagire l’apertura alla viabilità verso la fine dell’anno. In conclusione Fabio Belli si augura che “Il Tar del Lazio quanto prima si esprima sul ricorso fatto da alcune associazioni ambientalistiche sulla parte finale del tracciato di cui l’udienza fissata per il 19 dicembre 2018, al fine di permettere all’Anas di passare alle progettazioni e successiva cantierizzazione di questa importante infrastruttura che oltretutto è già stata finanziata”.”

ANCE VITERBO

Articoli Collegati

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento

Rispondi




Classifica Serie A offerta da www.Livescore.it

Mailing List

Meteo

Meteo Lazio
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien