Daily Word Italia

 

Santa Marinella, Tidei risponde a La Rosa: “Moody’s declassa Civitavecchia”

Santa Marinella, Tidei risponde a La Rosa: “Moody’s declassa Civitavecchia”
Agosto 24
19:30 2018

Il sindaco di Santa Marinella risponde al consigliere comunale di Civitavecchia Emanuele La Rosa (M5S) che giorni fa aveva messo a confronto il comune di Civitavecchia e quello di Santa Marinella dichiarato in dissesto finanziario, elogiando i risultati positivi della giunta pentastellata.

“Un tale La Rosa, da giorni, denigrano l’attuale amministrazione di Santa Marinella per l’inevitabile dissesto finanziario lodandosi per un presunto “risanamento” del bilancio del Comune di Civitavecchia.

Proprio ieri mattina sbandieravano: “finalmente a Civitavecchia si inizia a vedere l’opera di risanamento del 5 stelle” – “abbiamo evitato il dissesto e risistemato il bilancio”.

La sera, a New York, i migliori analisti della più importante agenzia di rating del mondo (Moody’s) hanno visto anche loro l’opera dei 5 stelle a Civitavecchia. E come se la hanno vista …

Notizia delle 19.21 (ora italiana), Moody’s ha avviato la seconda procedura consecutiva di declassamento del rating del Comune di Civitavecchia.

I motivi non sono ancora ufficializzati ma sembrerebbero che i disastri a 5 stelle, degli ultimi quattro anni, abbiano determinato la non piacevole decisione.

Tutte le performances di bilancio del Comune sono peggiorate, si legge nel documento, redatto in inglese. La situazione delle società municipalizzate è fuori controllo, con gli imminenti fallimenti a catena, che potrebbero nel 2019 colpire lo stesso Comune. Il debito a breve (19 milioni di euro !!!) è fuori controllo. Il reperimento di risorse è inesistente tanto da compromettere i bilanci futuri.

Ora non dico che il giudizio dei più importanti analisti del mondo sia più affidabile rispetto a quello di “Cazzabubelo” o di La Rosa … ma insomma, siamo veramente alle comiche.

I due danno lezioni di finanza pubblica e non sanno di essere stati appena bocciati … e retrocessi per la seconda volta consecutiva.

La prima era stata nel 2015, dopo lo sciagurato accordo con ENEL a cui regalarono 300 milioni circa.

Il rating da A1 (ottenutonel 2003 dal Comune) passerà ora a BB2. Nove livelli in meno !!! Probabilmente un record mondiale al contrario. E’ come se La Rosa e Palmeri abbiano ricevuto in eredità una laurea e si siano fatti retrocedere in terza elementare … ci sarebbe da vergognarsi e di non uscire più di casa. Loro danno lezioni a Tidei … mah !!!

Ora dinnanzi a cotante eminenze della finanza pubblica, non credo debba aggiungersi molto.

Voglio solo spiegargli il perché Civitavecchia non ha potuto dichiarare il dissesto mentre ha dovuto farlo Santa Marinella.

Il dissetso, infatti, non lo stabiliscono Palmeri o La Rosa … ci sono ovviamente delle regole, dei parametri.

Va considerato quindi che Civitavecchia, dopo i disastri della Giunta Moscherini, aveva conosciuto un periodo (purtroppo breve) di risanamento vero.

I conti delle società erano stati messi in sicurezza (HCS, nel 2013, chiuse in pareggio) ed il bilancio del Comune riprese vitalità con la grande progettualità messa in campo. Moody’s, nel 2013, confermò infatti il rating, con prospettive di rialzo. L’agenzia si è ricreduta appunto negli ultimi quattro anni .. con i 5 stelle.

Guardando ai parametri di deficitarietà strutturale (la Legge ne prevede otto) il Comune di Civitavecchia nel 2014 non era quindi ente in dissesto … con buona pace dei 5 stelle.

I 5 stelle non hanno evitato il dissesto. Più semplicemente non lo hanno potuto dichiarare per l’opera di risanamento dei 18 mesi precedenti posta in essere da Tidei.

Questa la verità, offuscata dalla propaganda a 5 stelle.

Ma i fatti hanno la testa dura e la verità periodicamente viene fuori.

La situazione era completamente diversa a Santa Marinella dove i parametri di deficitarietà strutturale erano tutti stati ampiamente superati e non si è potuto far altro che applicare la Legge.

Si pensi solo che da anni si riportavano 19 milioni di euro di residui attivi per pareggiare il bilancio, sapendo benissimo che quei soldi non sarebbero mai stati incassati.

Insomma il dissesto (o meno) non lo inventano Tidei e tantomeno Palmeri o La Rosa. Ci sono le leggi e le regole. Ci sta chi le conosce e sa applicarle e chi non sa nemmeno di che parla.

Così anche chi si auto proclama professore di finanza pubblica, scopre il giorno dopo di essere stato bocciato per l’ennesima volta perché non ha nemmeno capito di cosa parla.

Non ci si può improvvisare amministratori ed esercitare il ruolo con la spocchia del ciarlatano. Si combinano solo enormi guai che purtroppo, nei prossimi anni, pagheranno i civitavecchiesi”.

Avv. Pietro Tidei Sindaco di Santa Marinella.

 

Tags
Social:

Articoli Collegati

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento

Rispondi




Classifica Serie A offerta da www.Livescore.it

Mailing List

Meteo

Meteo Lazio
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien