Daily Word Italia

 

Royal Caribbean punta sull’Italia e su Civitavecchia

Royal Caribbean punta sull’Italia e su Civitavecchia
Marzo 20
00:53 2014

Visita ufficiale a Roma di Dominic Paul, vice presidente internazionale di Royal Caribbean International, Celebrity Cruises e Azamara Club Cruises, che ha presentato le strategie della compagnia sul mercato italiano. Dopo il 2014 che sarà un anno di assestamento per il mondo delle crociere, il 2015 sarà il periodo dei records per questo settore, e Royal Caribbean ha deciso di concentrare la propria attenzione sull’Europa ed in particolare sull’Italia. Giorni fa si è tenuta al Radisson Blu di Roma la presentazione della stagione crocieristica Royal con uno sguardo nel 2015. Tra gli ospiti oltre ad Gianni Rotondo presidente Royal Caribbean Italia che ha aperto la conferenza stampa, c’era il presidente di Assoporti nonché presidente dell’Autorità Portuale di Civitavecchia, Fiumicino, Gaeta, Pasqualino Monti. Tra le novità presentate da Dominic Paul al primo posto c’è l’arrivo in Italia nel 2015 di Allure of the Seas la nave da crociera più grande del mondo, con partenze ogni domenica da Barcellona e ogni giovedì da Civitavecchia. Allure of the Seas farà 23 scali con una movimentazione di 145.000 passeggeri. Le tappe toccate dalla Allure saranno Napoli, Barcellona, Palma di Maiorca, Marsiglia, La Spezia, Roma ( Civitavecchia ). A settembre 2014 sarà la volta di Oasis of the Seas precisamente il 13 ed il 18 settembre con partenze da Barcellona e con approdi a Civitavecchia e Napoli.

Dominic Paul ha dichiarato che: “La scelta di Civitavecchia come home-port della seconda gemella di Classe Oasis segna un momento chiave nella programmazione di Royal Caribbean nel Mediterraneo e dimostra la volontà del Gruppo di continuare a investire sull’Italia con l’obiettivo di raggiungere importanti successi in futuro. Sono 869.000 gli italiani che nel 2013 hanno fatto una crociera, pari al 4% della popolazione. Royal Caribbean vede un grande potenziale di crescita in questo mercato e infatti abbiamo deciso di posizionare in Italia una delle nostre navi più importanti introducendo un prodotto innovativo che siamo sicuri incentiverà sempre più italiani a trascorrere le proprie vacanze a bordo.”

Il presidente Pasqualino Monti ( nella foto ) durante il suo intervento ha sottolineato come nell’intero network dei porti del Lazio si stanno effettuando investimenti milionari per cercare di valorizzare tutto l’intero settore. Monti si è soffermato sulla necessità di garantire ai tanti turisti che sbarcano a Civitavecchia dei servizi, che possano riguardare anche aspetti culturali come la valorizzazione del patrimonio artistico intorno a Civitavecchia. Il porto di Civitavecchia- ha evidenziato Monti- ha avuto in dieci anni una crescita enorme, nonostante la burocrazia per fare delle opere in Italia, tanto è che il giornalista del Corriere della Sera Gian Antonio Rizzo lo ha definito il porto dei miracoli.

Gianni Rotondo presidente Royal Caribbean Italia si è soffermato sull’investimento del gruppo nel mercato crocieristico a livello internazionale con oltre 5,2 miliardi di dollari dedicati alla costruzione di tre navi di Classe Quantum, e della terza gemella di Classe Oasis, che fino al 2017 comporteranno un aumento delle capacità del gruppo del 4%.

Nel 2014 Royal è presente in Italia con 8 delle sue 41 navi tra Royal Caribbean International, Celebrity Cruises, Azamara Cruises.  Il 30 Aprile si aprirà la stagione italiana 2014 con la partenza da Civitavecchia di Azamara Quest e di Celebrity Cruises il 5 maggio. Splendour of the Seas sarà la prima nave della flotta Royal Caribbean International a solcare il Mare Nostrum il 17 maggio in partenza da Venezia.

L’Italia dall’indotto crocieristico può guadagnare tanto poiché le navi da crociera portano ” ricchezza ” ai territori visitati dai turisti da questi giganti del mare. Gli armatori vogliono banchine attrezzate e servizi turistici ideali per chi decide di scendere a terra per visitare qualcosa di interessante. Il porto di Civitavecchia è il primo porto crocieristico nel Mediterraneo seguito da Barcellona, ed è diventato leader nel settore delle crociere a seguito degli enormi investimenti, fatti per rendere le banchine di attracco super competitive e conquistare così sempre più partner commerciali, occorre però quella  sinergia a livello nazionale e locale con una riforma dei porti  attraverso un piano logistico nazionale.

Luca Scotto

Social:

Articoli Collegati

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento

Rispondi




Classifica Serie A offerta da www.Livescore.it

Mailing List

Meteo

Meteo Lazio
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien