Daily Word Italia

 

 Breaking News

Porto di Roma: Nuovo accordo per la provveditoria marittima, investimento da 1,4 milioni

Porto di Roma: Nuovo accordo per la provveditoria marittima, investimento da 1,4 milioni
Febbraio 25
14:23 2015

Un nuovo traguardo per il porto di Civitavecchia, che garantirà nuove importanti opportunità occupazionali rappresentando un importante tassello nell’ottica dello sviluppo del settore merci. E’ l’accordo commerciale frutto di un investimento di 1,4 milioni di euro, siglato da Civitavecchia Fruit & Forest Terminal per l’approvigionamento di provviste a bordo delle navi da crociera della compagnia Royal Caribbean. Un carico iniziale di 25.000 tonnellate che in futuro potrebbe essere ulteriormente aumentato, composto di merce proveniente dagli Stati Uniti che arriverà al porto di Civitavecchia per essere successivamente imbarcata sulle navi. Nella tarda mattinata di oggi, il presidente dell’Autorità Portuale Pasqualino Monti ha convocato una conferenza stampa presso la sede dell’Authority a Molo Vespucci, per illustrare i dettagli dell’accordo commerciale, di fondamentale importanza nell’ottica di rendere lo scalo civitavecchiese un hub di primaria importanza internazionale per le provviste delle navi da crociera.

“Dopo il traffico auto con Fca e i 52 nuovi accosti per la frutta con il centroamerica questo è un altro importante tassello. Sono felice che sia stato buttato giu un muro che sembrava invalicabile – ha sottolineato il presidente dell’Autorità Portuale Pasqualino Monti aprendo la conferenza stampa odierna – quello dell’approvvigionamento di provviste per le navi. Siamo qui per annunciare un nuovo traffico che vedrà Civitavecchia servire direttamente le navi da crociera, con un quantitativo iniziale di 25.000 tonnellate di provviste di bordo. Ci auguriamo che questo sia solo il primo passo verso il consolidamento di questo traffico – ha aggiunto ribadendo che l’accordo rappresenta la continuazione di un impegno volto a “trasformare il nostro hub non solo un primario riferimento nel Mediterraneo per i passeggeri ma anche un hub di riferimento per le merci”. Civitavecchia, ha ricordato Monti, è il “primo porto insieme a Barcellona per numero di passeggeri: l’obiettivo è ora farlo diventare il primo porto del Mediterraneo per le provviste di bordo. E’ stato difficile e solo con tenacia e un grande lavoro di squadra è stato possibile concretizzare questo primo passo”.

Il presidente Monti ha sottolineato come lo scalo civitavecchiese sia “un porto in evoluzione che sta avendo una trasformazione nel tempo importante ed oggi è in grado di rispondere alle esigenze del mercato in termini di efficienza ed efficacia non solo per ciò che riguarda lo smitamento dei passeggeri ma anche quello delle merci”. L’investimento presentato oggi rappresenta il “terzo chiaro segnale dall’inizio dell’anno di consolidamento di una prosoettiva di crescita in termini merceologici del nostro porto, che arriva dopo anni di duro lavoro, un lavoro di squadra portato avanti non solo per realizzare infrastrutture portuali ma anche far divenire Civitavecchia riferimento in termini di soddisfazioni ed esigenze di un mercato in forte evoluzione. Stiamo confermando di saper rispondere con efficienza ed efficacia alle domande del mercato, dimostrando affidabilità”. Alla conferenza era presente anche il presidente di Cfft Steven Clerckx che ha sottolineato: “Dobbiamo ringraziare il Pif, la Asl e le Dogane per averci aiutato in tempi brevissimi, nell’arco di sei mesi, ad ottenere tutte le autorizzazioni necessarie per poter lavorare merce e generi alimentari americani”. Un accordo duplice, siglato anche con Ebrex, che in futuro potrebbe essere ampliato coinvolgendo altre compagnie, grazie anche alla presenza di uno stabilimento della Cfft a ciglio banchina, elemento che ha giocato un ruolo determinante nella sottoscrizione dell’accordo.

Il consigliere di Cfft Sergio Serpente, è intervenuto per specificare che “si tratta di un servizio importante che mancava al nostro scalo. Il nostro progetto è quello di intervenire – ha aggiunto – con ulteriori investimenti. Questo servizio, insieme al potenziamento del traffico della frutta, è da traino anche per lo sviluppo dei container. Oltre, ovviamente, a garantire nuova occupazione”. Obiettivo che anche l’Autorità Portuale ha intenzione di perseguire.

Daniele Orlandi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Social:

Articoli Collegati

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento

Rispondi




Classifica Serie A offerta da www.Livescore.it

Mailing List

Meteo

Meteo Lazio
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien