Daily Word Italia

 

 Breaking News

Porto di Civitavecchia, approvato il Piano Operativo Triennale e la collaborazione con Ancona

Porto di Civitavecchia, approvato il Piano Operativo Triennale e la collaborazione con Ancona
novembre 18
16:14 2017

l Comitato di Gestione ha approvato il Bilancio di previsione, il primo della neo costituita AdSP e  il Piano Operativo Triennale (POT) redatto dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale dopo aver recepito alcune osservazioni dell’Organismo di Partenariato della risorsa mare.

“Voglio ringraziare i componenti dei due organismi – sottolinea Francesco Maria di Majo, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale – che hanno approvato due documenti fondamentali per il nostro network. Il POT provvede a pianificare le opere e gli interventi prioritari per lo sviluppo dei tre porti, che trovano la loro corrispondenza nel Piano Triennale delle opere pubbliche allegato al bilancio”.

“L’ossatura del POT  – continua di Majo – è costituita da 10 priorità in termini di opere e servizi da realizzare a breve termine che sono coerenti con i 10 ambiti di intervento del settore portuale identificati nell’Allegato al DEF 2017 e ci dà la possibilità di avere uno strumento di pianificazione strategica del settore portuale  finalizzato al perfezionamento della competitività del sistema portuale, a favorire la crescita dei traffici, a  promuovere  l’intermodalità del traffico merci e l’efficientamento energetico ed ambientale attraverso anche lo sviluppo dell’uso del combustibile pulito GNL”.

“In particolare – prosegue l’avv. di Majo – il Piano prevede, nei prossimi tre anni, di portare a termine il completamento della nuova darsena traghetti,  il miglioramento delle connessioni sia ferroviarie che viarie con il porto di Civitavecchia, la promozione dei traffici commerciali, in particolare quelli agroalimentari, la stipula di accordi con sistemi logistici retroportuali, la manutenzione del patrimonio pubblico demaniale e la valorizzazione di quello storico – artistico”.

“Il bilancio di previsione – precisa il Presidente dell’Adsp – è stato redatto tenendo conto di un nuovo approccio che assicura una maggiore trasparenza finanziaria secondo il principio del “chi usa paga”.

Il Comitato di Gestione ha, inoltre, dato seguito a quanto già fatto dall’AdSP di Ancona esprimendo il parere favorevole alla firma del Protocollo d’intesa con l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Centrale che sarà poi sottoscritto tra le due Autorità di Sistema il prossimo 24 novembre durante la Conferenza internazionale sul “ruolo dei porti del Mediterraneo nel futuro dei corridoi europei di trasporto”.

Questo accordo è in linea con quanto previsto dal Piano Strategico Nazionale della Portualità e della Logistica, che favorisce accordi di partenariato di filiera fra sistemi portuali di realtà territorialmente non adiacenti.

“Questo Protocollo di Intesa – dichiara il Presidente di Majo –  porta verso una collaborazione che migliorerà la trasversalità. L’obiettivo è quello di far arrivare le merci provenienti dalla penisola iberica direttamente ai Balcani ed al corridoio che dalla Croazia conduce fino a Budapest. Il tutto utilizzando il trasporto  via terra e via mare che porterà benefici in termini di tempi e costi, ma soprattutto di impatto ambientale.”

“Vogliamo – conclude di Majo – mettere in campo azioni sinergiche con i colleghi dell’Adriatico e valorizzare la trasversalità sia verso Ancona che verso Pescara e Ortona, passando ovviamente per l’Umbria. Una grande catena multimodale che si otterrà grazie agli scambi tra le due AdSP e che avrà ripercussioni positive anche sul ciclo della logistica e, auspicabilmente, sulle operazioni doganali.”

 

 

Articoli Collegati

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento

Rispondi

Classifica Serie A offerta da www.Livescore.it

Mailing List

Meteo

Meteo Lazio
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien