Daily Word Italia

 

Per il PD di Civitavecchia un bilancio negativo per la legislatura 5stelle

Per il PD di Civitavecchia un bilancio negativo per la legislatura 5stelle
Maggio 11
13:31 2019

“Continuiamo la nostra analisi per informare i cittadini sulla attuazione (mancata) del programma elettorale dell’amministrazione 5 Stelle a guida Cozzolino. L’elenco degli impegni disattesi sarebbe troppo lungo e ci limiteremo perciò, in questa seconda parte della nostra disamina, a commentare i più significativi.

Al paragrafo 2.3 del programma elettorale alle amministrative del 25 maggio 2014, riguardante i temi del Commercio e Artigianato, scrivevano i 5stelle:

“…Progressiva creazione del Centro Commerciale Naturale. Sistema di esercizi di vicinato coordinato e integrato che persegua una politica comune di sviluppo…” Francamente, dopo aver letto più volte questo periodo, non siamo certi di aver capito cosa voglia significare. Di certo nulla del genere è stato fatto in questi cinque anni.

“…Concretizzare in tempi brevi la riapertura del mercato cittadino…”

Tempi brevi? E alcune delle parti ristrutturate si sono già ammalorate mentre mancano ancora le superfetazioni e le tanto sbandierate ristrutturazioni di piazza Regina Margherita e piazza XXIV maggio.

“…Riqualificazione e completamento dei servizi in periferia (attraverso il censimento delle attività e l’incentivazione fiscale)…“

Alzi la mano chi ne ha sentito anche solo parlare!

“…Realizzazione del Piano Urbanistico Commerciale (PUC)…“

Probabilmente smarrito nei meandri del Comune e mai più ritrovato!

“…Creazione di punti pubblici di telelavoro nelle aree industriali dismesse e negli edifici comunali vuoti e avvio di un programma di sperimentazione del telelavoro con le aziende del territorio…“

Forse qui hanno preso spunto dal film Blade Runner ma poi si sono persi per strada.

“…Reperire i fondi comunitari per la predisposizione dei Piani di Gestione Locali…”

Chi di speranza vive…

“…Proteggere il territorio da ogni ulteriore forma di inquinamento…“

Qui ci vuole una bella faccia tosta…

Passiamo al paragrafo 2.5 dedicato alla Logistica dove ci limitiamo a citarne una per tutte:

“…Sarà, inoltre, impegno dell’Amministrazione rendere la zona industriale maggiormente appetibile manutenendone viabilità e aree a verde e pubblicizzandone a livello nazionale e internazionale la posizione strategica…“

Parole, parole, parole… Oggi sembra una giungla tropicale con dei crateri sulle strade che fanno strage di gomme e cerchioni.

Riguardo alle Società Comunali sul programma si legge:

“…Cercheremo di salvare HCS dal fallimento preparando un piano industriale credibile. Tale piano passa dai seguenti capisaldi:

  1. La fusione con Civitavecchia Infrastrutture per rafforzarne il patrimonio…”

A tal proposito va ricordato che la società Civitavecchia Infrastrutture, proprietaria di parte degli immobili che i 5 stelle hanno conferito alla SGR, nonostante fosse in attivo, è stata prima messa in liquidazione e poi dichiarata fallita. Gli stessi Revisori dei Conti già nella relazione sul rendiconto 2017 invitavano il Sindaco “… a valutare le eventuali azioni da porre in essere al fine di individuare profili di responsabilità nella gestione della società che possono aver condotto alla situazione di dissesto finanziario…“

Nonostante queste raccomandazioni, per ben due anni l’Amministrazione ha fatto orecchie da mercante. Solo dietro ad una nostra tenace insistenza e grazie al decisivo ruolo svolto dalla Segretaria Generale del Comune è stata avviata l’azione di responsabilità che i 5 stelle avevano in ogni modo cercato di evitare… alla faccia della trasparenza.

…CONTINUA”.

Marco Di Gennaro

Marco Piendibene

Rita Stella

Social:

Articoli Collegati

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento

Rispondi




Classifica Serie A offerta da www.Livescore.it

Mailing List

Meteo

Meteo Lazio
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien