Daily Word Italia

 

 Breaking News

Papa Francesco, messa della Pentecoste: “lo Spirito cambia il nostro cuore”

Papa Francesco, messa della Pentecoste: “lo Spirito cambia il nostro cuore”
maggio 21
09:29 2018

Un’omelia estremamente significativa quella pronunciata da Papa Francesco nel corso della messa di Pentecoste a San Pietro, per ricordare ai fedeli quale sia il vero “cambiamento del cuore”. “Lo Spirito – ha sottolineato Bergoglio – sblocca gli animi sigillati dalla paura. Vince le resistenze. A chi si accontenta di mezze misure prospetta slanci di dono. Dilata i cuori ristretti. Spinge al servizio chi si adagia nella comodità. Fa camminare chi si sente arrivato. Fa sognare chi è affetto da tiepidezza”. Nel corso dell’omelia il Pontefice ha citato l’episodio degli Atti degli Apostoli, nel quale lo Spirito sospinge il diacono Filippo “su una strada deserta, da Gerusalemme a Gaza”, sottolineando quanto oggi suoni “doloroso questo nome”, per poi aggiungere, “Lo Spirito cambi i cuori e le vicende e porti pace nella Terra santa”; uno spirito che, dopo i cuori, “cambia le vicende. Come il vento soffia ovunque, così Egli raggiunge anche le situazioni più impensate” ha chiosato, “chiediamogli di essere così. Spirito Santo, vento impetuoso di Dio, soffia su di noi. Soffia nei nostri cuori e facci respirare la tenerezza del Padre. Soffia sulla Chiesa e spingila fino agli estremi confini perché, portata da te, non porti nient’altro che te. Soffia sul mondo il tepore delicato della pace e il fresco ristoro della speranza. “Vieni, Spirito Santo, cambiaci dentro e rinnova la faccia della terra”. Lo Spirito, definito dal Papa “la forza divina che cambia il mondo”, non rivoluzione, attraverso il suo cambiamento, “la vita attorno a noi ma cambia il nostro cuore; non ci libera di colpo dai problemi, ma ci libera dentro per affrontarli; non ci dà tutto subito, ma ci fa camminare fiduciosi, senza farci mai stancare della vita”.

Ricordando che il percorso di cambiamento è possibile laddove c’è fede: “Questo è il grande cambiamento: da colpevoli ci rende giusti e così tutto cambia, perché da schiavi del peccato diventiamo liberi, da servi figli, da scartati preziosi, da delusi speranzosi. Così lo Spirito Santo fa rinascere la gioia, così fa fiorire nel cuore la pace. Oggi, dunque, impariamo che cosa fare quando abbiamo bisogno di un cambiamento vero. Chi di noi non ne ha bisogno?”.

Nel corso della messa il Papa ha rivolto un messaggio al Venezuela, paese interessato dalle elezioni presidenziali, dedicandovi “un particolare ricordo” e sottolineando che”con l’aiuto dello Spirito Santo, tutti si adoperino nella ricerca di soluzioni giuste, efficaci e pacifiche alla grave crisi umanitaria, politica, economica e sociale che sta stremando la popolazione, evitando la tentazione del ricorso a qualsiasi tipo di violenza. Incoraggio le autorità del Paese – ha concluso – ad assicurare il rispetto della vita e dell’integrità di ogni persona, specialmente di quelle che, come i detenuti, sono sotto la loro responsabilità”. Infine l’annuncio: il prossimo 29 giugno Bergoglio terrà un Concistoro per la nomina di 14 nuovi cardinali. E’ stato lui stesso ad ufficializzarlo dopo il Regina Coeli, aggiungendo che “la loro provenienza esprime l’universalità della Chiesa che continua ad annunciare l’amore misericordioso di Dio a tutti gli uomini della terra”.

Daniele Orlandi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Collegati

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento

Rispondi




Classifica Serie A offerta da www.Livescore.it

Mailing List

Meteo

Meteo Lazio
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien