Daily Word Italia

 

 Breaking News

Papa Francesco inaugura la ‘Casa della gioia’: “figli, pregate per i vostri genitori”

Papa Francesco inaugura la ‘Casa della gioia’: “figli, pregate per i vostri genitori”
Maggio 06
09:18 2018

Una visita pastorale in occasione della sesta domenica di Pasqua. Papa Francesco ha raggiunto, nel pomeriggio di domenica 6 maggio, la Parrocchia del Santissimo Sacramento a Tor de’ Schiavi, Roma, per inaugurare la ‘Casa della gioia’; in tanti hanno accolto il Pontefice davanti alla casa famiglia per disabili realizzata nei locali del sottotetto: a cominciare dall’Arcivescovo Angelo De Donatis, Vicario generale della Diocesi di Roma, dal Cardinale titolare José Gregorio Rosa Chàvez, dall’Arcivescovo di Manila e Presidente di Caritas Internationalis Card. Luis Antonio Tagle, dal parroco don Maurizio Mirilli, dal vice parroco don Vasile Alexandru Muresan e da alcuni collaboratori parrocchiali. Proprio don Mirilli ha presentato al Santo Padre, lo scorso settembre in occasione di una messa a Santa Marta, il progetto di una casa che fungesse da comunità di accoglienza per persone con disabilità, da realizzare sulla scia del ‘Dopo di noi’ fortemente voluto dal Vicariato di Roma e in quell’occasione chiese al Papa di benedirla non appena fosse stata completata, nel popolare quartiere Prenestino Labicano, proprio di fronte a Centocelle Tor de’ Schiavi.

Bergoglio ha dunque incontrato la comunità parrocchiale, dove un genitore, un giovane, un adolescente ed un bambino gli hanno posto quattro differenti domande alle quali ha risposto sottolineando, tra le altre cose, che “una parrocchia dove i pastori e i cristiani non hanno il cuore aperto è funzionale ma cardiopatica” aggiungendo poi che “non si predica il Vangelo con parole e argomenti, ma con la vicinanza: una virtù che dobbiamo avere tutti noi cristiani. Questa è la lingua, il dialetto nel quale si trasmette la fede”.

Alla ragazza che spiegava al Papa di aver avuto difficoltà ad inserirsi nella comunità parrocchiale e che gli ha chiesto se vescovi e preti vogliono bene ai giovani, il Santo Padre ha spiegato, scherzando: “la mia risposta dovrebbe essere una bastonata a sacerdoti e vescovo e anche alle suore”. A Mattia invece, un bimbo che ha chiesto a Bergoglio una preghiera per la mamma che a breve verrà operata, ha detto “i vostri genitori pregano per voi, ma voi pregate per loro?”, aggiungendo, “i genitori hanno bisogno della vostra preghiera perchè così li aiutate ad andare avanti. Ed è così che cresce la famiglia, pregando uno per l’altro”.

Da segnalare un episodio emozionante avvenuto durante la messa, quando Papa Francesco ha impartito a Maya, una bambina di 12 anni affetta da una malattia mitocondriale e alla mamma Paola il sacramento della Cresima. “L’amore non è quello che si vede nei film in tv – ha poi sottolineato nel corso dell’omelia, aggiungendo – l’amore è un’altra cosa. Il vero amore si fa vedere nelle opere, non nelle parole come in quel brano famoso, ‘Parole, parole, parole’. Tante volte sono soltanto parole, ma l’amore è concreto: nella famiglia, nel quartiere, nel lavoro”. Per poi ricordare che “Cristo ha dato la vita per noi, rimanere nel suo amore significa servire gli altri, essere al servizio degli altri, prendersi carico degli altri. Non suonare i violini, ma lavorare per gli altri come le mamme lavorano con amore nel prendersi cura dei loro bambini”.

Daniele Orlandi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Collegati

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento

Rispondi




Classifica Serie A offerta da www.Livescore.it

Mailing List

Meteo

Meteo Lazio
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien