Daily Word Italia

 

Inceneritore a Tarquinia: I VERDI di Civitavecchia “Bene lo schieramento trasversale ma servono impegni concreti”

Inceneritore a Tarquinia:  I VERDI di Civitavecchia “Bene lo schieramento trasversale  ma servono impegni concreti”
Agosto 07
14:48 2019

“I Verdi di Civitavecchia si dichiarano assolutamente contrari alla realizzazione dell’inceneritore nella zona di Pian dei Cipressi – Pian d’Organo, proposto dalla Società A2A Ambiente di Brescia. 

Non è infatti percorribile l’inserimento di una ulteriore fonte di inquinamento dell’aria e del suolo, in un territorio fortemente urbanizzato, a vocazione paesaggistica ed agricola e con una concentrazione di attività industriali già ben oltre la soglia di sostenibilità. 

È dimostrato che impianti di questo tipo ben difficilmente riescono a rispettare i parametri imposti, sforando spesso nelle curve giornaliere. Aggiungere quindi emissioni di metalli pesanti e leggeri, che ricadrebbero nelle zone agricole, nei pascoli e nelle aree sottoposte a vincoli, agli inquinanti dell’aria che tipicamente rimangono più a lungo sospesi, e che andrebbero a sommarsi a quelli già presenti nella zona, prodotti dal polo energetico e dal porto, sarebbe un danno incalcolabile per una popolazione già provata dal punto di vista sanitario. 

Inoltre, questi impianti, sono ormai fuori dai più innovativi processi dell’economia circolare, in quanto, oltre bruciare tonnellate di rifiuti (il progetto ne prevede fino oltre le 500.000 tonnellate all’anno), ne producono di nuovi e più pericolosi, in rapporto maggiore di un terzo rispetto a quello bruciato, pari nel caso specifico a circa 170.000 tonnellate all’anno di ceneri pesanti e leggere da smaltire comunque in discariche come rifiuti tossici speciali, per i quali i comuni che usufruirebbero del servizio pagherebbero conti salatissimi. 

Diciamolo chiaramente uscendo dall’ambiguità: A2A Ambiente sta proponendo un inceneritore della peggior specie, che produce si energia elettrica ma con un costo enorme e ingiustificato.

Non è questa la strada che porta ad un contenimento dei cambiamenti climatici in atto e ad una inversione del processo di riscaldamento globale. Anzi, lo peggiora. Non solo, il traffico veicolare, uno dei maggiori responsabili di molte delle malattie respiratorie urbane, in aggiunta a quello attuale e del porto aumenterebbe di circa 40.000 unità all’anno per il trasporto dei rifiuti e degli scarti della combustione. Come se un’altra Civitavecchia si mettesse in moto! 

In conclusione un’opera che va fermata subito, che comporterebbe più costi e nessun beneficio economico per cittadini, più inquinamento, peggioramento della qualità dei terreni e dei mari, incremento del traffico veicolare, più rifiuti da mandare in discariche speciali, incremento occupazionale trascurabile e nessuna buona pratica di rigenerazione e riutilizzo del ‘bene’ rifiuto.

Come Verdi – Europa Verde siamo felici che in queste ore si sia formata una sensibilità trasversale agli schieramenti politici e contraria alla realizzazione dell’inceneritore.

 Bene ha fatto il Sindaco Ernesto Tedesco a convocare con urgenza la conferenza dei capigruppo e lo stesso il Sindaco di Tarquinia Alessandro Giulivi per arrivare a una sorta di consiglio comunale unito per la giornata di venerdì. E bene la comunicazione del neosegretario del PD cittadino, Stefano Giannini, a cui facciamo i migliori auguri di buon lavoro, a riferire la posizione della Regione Lazio. Riteniamo tuttavia fondamentale che già dai prossimi giorni si dia seguito con azioni concrete da parte di tutti gli attori in gioco, anche nel rispetto di quello che sembra essere il nuovo Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti che non dovrebbe contemplare questo inceneritore. Opera inutile, anche considerando i tempi realizzativi (49 mesi), visti i volumi che dovrebbero andare a gestire i nuovi impianti ed alla luce dei miglioramenti nella selezione a monte dovuta all’adozione della raccolta differenziata nei comuni laziali, soprattutto nel Comune di Roma”. 

Come Verdi – Europa Verde saremo sostenitori al di là di ogni colore di questa battaglia di civiltà e progresso, perché l’ambiente è di tutti.

Social:

Articoli Collegati

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento

Rispondi




Classifica Serie A offerta da www.Livescore.it

Mailing List

Meteo

Meteo Lazio
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien