Daily Word Italia

 

Dal Seatrade Cruise Global tante novità tecnologiche per le crociere con Civitavecchia primo porto crocieristico

Dal Seatrade Cruise Global tante novità tecnologiche per le crociere con Civitavecchia primo porto crocieristico
marzo 13
16:15 2018

Dalla più importante Fiera crocieristica mondiale, il Seatrade Cruise Global 2018, tenutasi a Fort Lauderdale arriva il concetto di empatia, ossia la capacità di mettersi nei panni dell’altro percependo pensieri, emozioni. I più grandi marchi crocieristici del mondo si sono messi nei panni dei clienti, sviluppando una nuova “politica empatica”. Chiariamo una cosa, la crociera non è più un mondo di nicchia ma una tendenza a portata di tutti. I viaggiatori non vogliono sbarcare in città sovraffollate, ma vorrebbero gustarsi un meta lontano dal tran tran quotidiano.

L’amministratore della Carnival Corporation, Arnold Donald, ha detto alla platea di esperti che addirittura il sindaco di Dubvronik, d’accordo con le compagnie crocieristiche,  ha evitato che le navi approdassero tutte nello stesso giorno, evitando caos e traffico. Si cerca così di venire incontro al cliente con questa nuova “politica empatica”. Frank del Rio, amministratore di Norwegian Cruise Line, a proposito dei turisti ha evidenziato come non si possano costruire solo navi ma occorre edificare dei terminal croceristici all’avanguardia per accogliere le persone.

La stessa cosa che sta facendo nel porto di Civitavecchia RCT, che inaugurerà il suo nuovo avveniristico terminal fra pochi mesi. Il motto al Seatrade Cruise Terminal è stato il voler conquistare nuovi mercati come la Cina, Cuba, Alaska. Il mercato non si ferma di fronte alla crisi in Medio Oriente ma cerca nuovi approdi. Oltre a nuove mete le grandi compagnie inventano ogni cosa per stupire il cliente. Si pensi alla pista di go-kart costruita sulla Norwegian Joy lunga 240 metri con mini auto elettriche capaci di correre a 30 km/h sopra il mare. Oppure il nuovo sistema di navigazione il Rolls-Royce Intelligent Awareness (IA).

Questo software, presentato al Seatrade, è una sorta di mappa in 3D, che migliorerà la sicurezza della navigazione (safety) di tante navi che operano di notte, in condizioni meteorologiche proibitive, o quando il traffico marittimo è ai massimi livelli.

Sicurezza (Security) assicurata sulle navi, come sottolineato dall’amministratore di Carnival Arnold Donald, anche nei confronti di eventi esterni quali attacchi terroristici, o di pirateria con un ampio collegamento con la comunità d’intelligence e di polizia di tutto il mondo.

Il 2018 si preannuncia un anno record per il settore crociere: 27 milioni di croceristi a fronte dei 25,8 milioni di turisti del 2017, 27 navi da crociera in costruzione, nuovi players come la Virgin Voyages, e la Ritz Carlton Yacht. In Italia nel 2018-secondo i dati Cemar-il primo porto crocieristico sarà Civitavecchia con 2 milioni e 427 mila (+ 10,96%) passeggeri seguita da Venezia e Genova (da registrare l’assenza dei vertici di molo Vespucci a Fort Lauderdale). Civitavecchia è diventato un hub crocieristico strategico in Europa nel lontano 2007 e grazie alle passate scelte strategiche oggi si raccoglie quanto seminato. Nei porti italiani il mercato crociere per il 2018 registrerà il + 7,3% con una ulteriore crescita nel 2019 del +5,5 % con più di 11 milioni di croceristi.  Con questi dati creare quel connubio porto-città per una migliore offerta turistica diventa una necessità non più rinviabile. Connubio lontano dalla logica dei guelfi e ghibellini e dallo scarica barile all’italiana.

Luca Scotto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Articoli Collegati

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento

Rispondi




Classifica Serie A offerta da www.Livescore.it

Mailing List

Meteo

Meteo Lazio
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien