Daily Word Italia

 

Civitavecchia – Orte, due milioni dall’Ue per il progetto preliminare

Ottobre 31
12:15 2013

Due milioni per la progettazione preliminare della superstrada ‘trasversale’ Civitavecchia-Orte. E’ un nuovo importante tassello per il porto ed i comuni ad esso affacciati, quello messo nero su bianco nei giorni scorsi a Tallin, in Estonia, in occasione del Ten T-Days 2013, il meeting europeo sul futuro della rete Ten-T. Sarà la Comunità Europea a finanziare, come sottoscritto dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi e dal Commissario ai Trasporti Ue Siim Kallas, l’opera di progettazione con due milioni di euro: una conferma di quanto l’Ue consideri strategicamente importante il ruolo del porto di Civitavecchia nella logistica e nelle reti di trasporto europee. La sottoscrizione dell’accordo è arrivata al termine della conferenza “I porti come gate di ingresso del trans european network” alla quale il presidente dell’autorità portuale di Civitavecchia e di Assoporti Pasqualino Monti ha partecipato in veste di relatore.

Un’iniziativa importante, nel corso della quale Monti ha anzitutto evidenziato il ruolo sempre più centrale del nord Africa nel trasporto mediterraneo, soffermandosi poi sull’accesso ai servizi portuali, oggetto del prossimo regolamento europeo in discussione presso le istituzioni dell’Unione. “La qualità e la misurabilità dei servizi portuali – ha sottolineato – sono gli elementi chiave su cui concentrare gli sforzi per omogeneizzare i servizi in tutta l’unione europea. E’ auspicabile redigere carte dei servizi dove prevedere i parametri e le modalità della fornitura del servizio e le modalità tariffarie fondate sulla trasparenza totale”.

Il documento sottoscritto alla presenza di Pasqualino Monti assegna fondi europei, nella fattispecie, alle reti ten-t, all’autorità portuale di Civitavecchia e all’Anas; un importante nuovo punto di partenza dopo la presentazione, lo scorso febbraio, della proposta accettata e finanziata. Il passo successivo, lo ha sottolineato Monti, è “aprire i cantieri nel più breve tempo possibile individuando un nuovo percorso e aprendo la conferenza dei servizi per la realizzazione di questa importante arteria”. In questi giorni l’autorità portuale sta lavorando alla sottoscrizione del protocollo con Anas, per la realizzazione del progetto definitivo, che potrà in seguito essere messo in gara per avviare i lavori di realizzazione dell’opera. Al termine del meeting di Tallin, Pasqualino Monti ha voluto ringraziare il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti e il suo staff “che hanno consentito di raggiungere questo importante nuovo risultato”. Una soddisfazione che potrà dirsi concretizzata quando il cantiere per la superstrada verrà ufficialmente aperto, dando il via ad un’opera che segnerà una tappa importante e determinante nel processo di sviluppo del porto, anche in previsione del terminal container in costruzione.

Soddisfazione per l’esito positivo del finanziamento europeo per il completamento della trasversale è stata espressa anche dal sindaco di Civitavecchia Pietro Tidei: “Questi due milioni di euro – ha spiegato – segnano un primo grande passo verso la realizzazione dell’opera”. Anche il vicesindaco Enrico Lucani ha sottolineato la sua soddisfazione per l’assegnazione dei fondi della Comunità Europea al progetto della Civitavecchia – Orte ‘low cost’: “Civitavecchia – ha chiosato Lucani – torna tra i principali protagonisti della logistica europea”. “Bene ha fatto il presidente a intervenire puntualmente come relatore – ha poi aggiunto facendo un plauso al lavoro svolto da Monti al Ten-T Days – facendo capire i motivi per i quali non possiamo più essere esclusi dalle reti di trasporto nazionali intermodali”.

Ciò che andrà inevitabilmente modificato è il costo del tracciato come previsto sul progetto iniziale: 800 milioni di euro, troppi per un’infrastruttura che dovrà essere realizzata con un terzo di quella cifra. La convinzione, ha aggiunto il presidente dell’autorità portiale, è quella “di realizzare un tracciato la cui principale caratteristica sia quella di rispettare la proporzione tra costo dell’opera e i ricavi che ne derivano”. Bisognerà dunque lavorare per individuare un tracciato alternativo, pur nel rispetto dell’ambiente e che, a conti fatti, porti importanti benefici non solo al porto ma anche ai territori ed ai comuni che si affacciano sul porto.

Soddisfazione duplice per il presidente di Assoporti, il cui direttivo ha confermato in blocco, nei giorni scorsi, i vicepresidenti che affiancheranno Pasqualino Monti nell’importante compito di rilanciare filiera e cluster marittimo e logistico. Tutti confermati ad eccezione di Luciano Guerrieri, che lascerà il posto e non farà più parte della squadra dell’associazione, essendo scaduto il suo secondo mandato alla presidenza dell’autorità portuale di Piombino. Al suo posto entra nell’ufficio di presidenza con la carica di vicepresidente, Sergio Prete, presidente del porto di Taranto. Confermati invece Luigi Merlo di Genova, Pierluigi Massidda di Cagliari, Franco Mariani di Bari, Aldo Garozzo, presidente dell’autorità portuale di Augusta, Marina Monassi di trieste e Giovanni Grimaldi di Gioia Tauro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Social:

Articoli Collegati

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento

Rispondi




Classifica Serie A offerta da www.Livescore.it

Mailing List

Meteo

Meteo Lazio
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien