Daily Word Italia

 

 Breaking News

Civitavecchia, mangiano gratis nei ristoranti con la scusa della torta

Civitavecchia, mangiano gratis nei ristoranti con la scusa della torta
agosto 02
13:32 2017

Con Lucifero alle porte sarebbe l’ideale mangiare frutta e bere un fresco cocktail ma non tutti sono della stessa idea. Quando si può mangiare gratis al diavolo la linea per la prova costume e pace all’anima del famoso dietologo Dukan. In questa vicenda non siamo alla Festa dell’Unità ma parliamo di ristoranti, pizzerie che offrono cibo in cambio di soldi: si mangia pagando il conto. La coppia protagonista del fatto non dà un euro. La scusa è la seguente.  Lui si spaccia per un facoltoso finanziere di mare con la spada di damocle sulla testa di dover organizzare una festa indimenticabile per il figlio futuro 18enne.

Il finanziere di mare vuole le cose in grande, si presenta così ad una pasticceria del centro chiedendo una mega torta per i 70 invitati alla festa del figlio. Intanto il finanziere di mare, con la sua dolce metà, chiede di poter mangiare qualcosa poi il conto dei cornetti, delle paste lo pagherà quando ritirerà la faraonica torta.

Il pasticcere non ha più visto il finanziere di mare. Questa mattina gli si presentano in pasticceria vari ristoratori locali chiedendogli se conoscesse il finanziere di mare, il quale aveva detto anche a loro di voler organizzare una festa per i 18 anni del figlio con 70 invitati, e di aver preso già la torta dal noto pasticcere conosciuto dai proprietari dei locali. Poi stessa scusa. Prima di pagare una parte del prezzo per la festa del figlio chiede di poter cenare, il conto della cena lo pagherà il giorno stesso della fantomatica festa del figlio. Stessa sorte del pasticcere: i ristoratori non hanno più visto il finanziere di mare. La coppia di “mangioni” non bada a nulla, non solo ristoranti ma anche pizzerie con ordinazioni grandiose da Civitavecchia passando per Cerveteri.

Vestendo i panni dell’avvocato chi non salda il conto incorre in una insolvenza fraudolenta. Quando ci si siede in un ristorante e si mangia accettando il menu ed i prezzi si deve pagare. C’è un però. L’insolvenza fraudolenta è procedibile a querela di parte, senza di questa il reato non può essere perseguito ed il ristoratore non può neanche trattenere la persona, ma chiamare le Forze dell’Ordine. Invece quando ci sono gli artifici e raggiri con la simulazione di circostanze e di condizioni non vere, come feste immaginarie, si entra nella truffa sempre procedibile a querela di parte. Attenzione alle feste dei 18 anni con 70 invitati!

Luca Scotto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Tags
Social:

Articoli Collegati

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento

Rispondi

Classifica Serie A offerta da www.Livescore.it

Mailing List

Meteo

Meteo Lazio
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien