Daily Word Italia

 

A Viterbo c’è Stupor Mundi tra cene medievali, templari e pellegrini

A Viterbo c’è Stupor Mundi tra cene medievali, templari e pellegrini
Ottobre 17
15:34 2018

Un’atmosfera inconfondibile che rievocheremo proprio nei luoghi e negli ambienti che la costruirono. Venerdì 19 ottobre 2018, alle ore 20.30, al Chiostro Grande della Basilica Santa Maria della Quercia c’è “Stupor Mundi – La magia del medioevo”, la “Cena del tempo che fu” organizzata da Fondazione Caffeiena Cultura in collaborazione con la Pro Loco di Viterbo e l’Ente Basilicale del Santuario di Santa Maria della Quercia. Una rievocazione medievale fra costumi tradizionali, atmosfere storiche e cibarie tipiche “de li Pellegrini e de li Cavalieri Templari”, proprie della nostra tradizione agricola e contadina – un patrimonio da non disperdere ma anzi da preservare e da valorizzare.

Durante la cena sarà strano sentirsi vestiti con abiti contemporanei mentre pietanze dai nomi storici saranno servite da camerieri appena sbarcati dal 1200. Proprio nel XIII secolo infatti il capoluogo della Tuscia vide il suo momento di maggior fulgore alimentato dai pellegrinaggi sulla Via Francigena, di cui era importante snodo di passaggio e comunicazione. Proprio nel servizio ai Pellegrini si diedero da fare i Cavalieri Templari che a Viterbo avevano una base logistica nella chiesa di Santa Maria in Carbonara, proprio sotto il Colle del Duomo viterbese. Per questi luoghi era già passato secoli prima Carlo Magno, primo sacro romano imperatore nei suoi viaggi da e verso la corte papale di Roma, arricchiti da prelibatezze gastronomiche di cui il sovrano franco era molto ghiotto; un altro sovrano del Sacro Romano Impero, Federico II, si insediò a Viterbo intorno al 1240, negli anni del picco del conflitto fra guelfi e ghibellini e della notissima battaglia campale combattuta presso la città.

“Proprio a Federico II di Svevia abbiamo deciso di dedicare il nome dell’iniziativa”, dichiara Irene Temperini, presidente della Pro Loco di Viterbo: “Con Stupor Mundi vogliamo offrire ai viterbesi una serata diversa, accogliente e divertente e valorizzare il patrimonio storico della città, il tutto nella splendida cornice del santuario della Quercia con cui si rafforza la nostra collaborazione”. “Un’altra iniziativa per il territorio che in questi mesi è al centro degli sforzi di Caffeina”, dichiara Filippo Rossi, direttore artistico di Fondazione Caffeina Cultura: “Fare la nostra parte per Viterbo è da sempre il nostro obiettivo, in tutte le forme in cui è possibile. Siamo felici di poter stringere la nostra sinergia con la pro Loco di Viterbo e di poter passare una serata magica presso la basilica della Quercia”.

 

Tags
Social:

Articoli Collegati

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento

Rispondi




Classifica Serie A offerta da www.Livescore.it

Mailing List

Meteo

Meteo Lazio
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien