Daily Word Italia

 

 Breaking News

Papa Francesco tra Cesena e Bologna: ai migranti, ‘siete lottatori di speranza’

Papa Francesco tra Cesena e Bologna: ai migranti, ‘siete lottatori di speranza’
ottobre 12
19:28 2017

E’ stato un fine settimana intenso per Papa Francesco, impegnato in una doppia visita a Cesena e, poche ore dopo, a Bologna. Giunto alle prime ore del mattino in elicottero, Bergoglio ha salutato la città in piazza del Popolo concentrandosi, nel suo discorso, sul tema della corruzione definita “il tarlo della vocazione politica”. “La corruzione – ha sottolineato – non lascia crescere la civiltà e il buon politico ha anche la propria croce quando vuol essere buono perché deve lasciare tante volte le sue idee personali per prendere le iniziative degli altri e armonizzarle, accomunarli perché sia bene comune, in questo senso il buon politico sente di essere un martire, diciamo così al servizio perché lascia le proprie idee, ma le mette a servizio per andare verso il bene comune“. Dopo aver attraversato in papamobile la città il Santo Padre ha raggiunto il Duomo, accolto con affetto da decine di migliaia di fedeli: qui ha salutato i sacerdoti e, tra gli altri, un prete di 98 anni ed una suora di 102. “Questa città – ha ricordato il vescovo di Cesena Douglas Regattieri – è la sorella maggiore di tutte quelle dello Stato Pontificio, si diceva di Cesena ai tempi di Pio VI. E ora speriamo di essere degni del dono del passaggio di Sua Santità, una nuova grazia che sappiamo resterà un segno indelebile per la città e la nostra comunità diocesana”.

Il Pontefice ha voluto salutare i malati presenti ai quali ha detto: “Ora voglio salutare le persone che con la loro sofferenza sostengono la vita di tutti”, per poi aggiungere, “dobbiamo recuperare la capacità di guardare – ha spiegato il papa ai fedeli raccolti nel Duomo -, di basare il nostro cammino su fratellanza e umanità. Bisogna riuscire a uscire da sé stessi, decentrarsi, per andare incontro ai fratelli più in difficoltà”. Dopo essersi congedato dalla città è partito per Bologna, giunto alle 10.30, accolto dall’arcivescovo Matteo Maria Zuppi dal sindaco Virginio Merola, dal prefetto Matteo Piantedosi e dal governatore Stefano Bonaccini. Tra le tappe della giornata, l’hub dei richiedenti asilo in via Mattei, dove è stato accolto da 500 stranieri presenti nel centro ai quali ha detto, “Siete lottatori di speranza. Ho voluto che fosse proprio qui il mio primo incontro con Bologna. E’ il porto di approdo di coloro che vengono da più lontano. Vi esorto a essere aperti alla cultura di questa città, pronti a camminare sulla strada indicata dalle leggi di questo Paese”.

Ne è seguito il passaggio per la parrocchia di Santa Rita in via Massarenti: “Nel vostro territorio – ha detto facendo riferimento al ‘Sistema Emilia’ – da lungo tempo si è sviluppata l’esperienza cooperativa che nasce dal valore fondamentale della solidarietà. Oggi essa ha ancora tanto da offrire, anche per aiutare coloro che sono in difficoltà e hanno bisogno di quell’ascensore sociale che secondo alcuni sarebbe fuori uso”. Poi l’Angelus ed il pranzo con mille poveri riuniti nella basilica di San Petronio, per proseguire con l’incontro nella cattedrale di San Pietro, con sacerdoti e religiosi della città, parlando loro di fratellanza e dei due vizi del clericalismo, “il parlar male” e l’essere “arrampicatori”, ai quali far fronte con l’unica risposta possibile, “la povertà”. Penultima ed ultima tappa di giornata quelli in piazza San Domenico, per incontrare il rettore dell’Alma Mater di Bologna Francesco Ubertini e gli studenti dell’ateneo ai quali ha detto di “sognare in grande”.

E lo stadio Dall’Ara per la messa conclusiva delle 17. Nel suo appello, nel corso dell’omelia, ha detto ai 40mila fedeli presenti: “Non siate peccatori ipocriti. Il Signore cerca puri di cuori, non ‘di fuori’. Non comportatevi da intellettuali della religione, con ipocrisia e distacco dalla gente, ma dedicatevi alle tre P: povertà, pane, parola. Non esiste una vita cristiana stabilita a tavolino, con cui placare la propria coscienza”.

Daniele Orlandi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tags
Social:

Articoli Collegati

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento

Rispondi

Classifica Serie A offerta da www.Livescore.it

Mailing List

Meteo

Meteo Lazio
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien